Occhi

Con le dita massaggi le palpebre . Occhi stanchi , affamati .Nonostante il rossore guizzano , cercano . Ogni tanto li chiudi e respiri qualcuno , qualcosa . Cerchi , negli sguardi degli altri , di chi ti passa accanto . Sul bus , nel traffico della sera . Ti metti a sentire la voce dell'iride , il canto del … Continua a leggere

Ciao

Ciao . Come stai, ora che questo tempo lustra le strade .Ciao . Con le dita infreddolite e la sciarpa sulla bocca . Ciao . Alle tue scarpe nuove e ai tuoi guanti . Ciao , che tra poco e' Natale . Ciao ai tuoi colori , al rosso delle tue labbra .Ciao al sole che oggi non e' uscito … Continua a leggere

Dimmi cosa

Tenere a bada i sogni.Guidare verso casa.Urlare dentro cose giuste,cose sbagliate.Sento respirarmi dentro la strada.Stanotte,qualcosa di grande oppure niente.Dimmi cosa mi porta,cosa mi chiama.Fermare il tempo e il vento che trascina via sensazioni come carta di giornale.Dimmi cosa mi guida ,cosa mi porta via.La notte ha smagrito questo giorno.Tengo a bada un sogno.Guido verso casa.

Io sono.

Io sono uno che ha scritto una lettera d'amore,una sola nella vita.Pochi minuti sono passati,infiniti ne seguiranno.Una sola ne restera', uguale e diversa milioni di volte.Io sono uno che non ha prime pagine,che se ne frega.Io sono uno uguale a se stesso,con una parte e un po' di arte.Sono nero tanto per dire anche se davvero.Sono uno che non cerca,ma … Continua a leggere

E’ un’ora,questa

E' un'ora,questa,in cui il sole del pomeriggio rende i visi color del polline.Una famiglia va a sedersi su una panchina.Marito,moglie e due bambini.Mangiano gelato da coppette di plastica con cucchiaini colorati.Sorridono.Mi fisso,li guardo.Uno dei bambini,il piu' piccolo mi saluta con una manina appiccicosa di cioccolato.Ricambio il gesto con la mia grossa mano.Sento qualcosa nel petto,mi mordo un labbro e per … Continua a leggere

Di notte

Puo' darsi che capiti una notte di vento.Puo' succedere che trasporti un pianto lontano.Potresti sentire un brivido,ti alzeresti dal letto per bere un bicchiere d'acqua.Cercheresti di capire.Guarderesti fuori,cercheresti di frugare nelle finestre illuminate.In quelle buie.Qualcuno in sofferenza,disperato.Forse solo.Potresti chiedere,ma a chi.Ti metteresti a sedere sul letto ad ascoltare.Oppure ti affecceresti a decifrare il bisbigliare degli alberi.Forse un gatto,no era un pianto umano.Portato … Continua a leggere

Dal treno,il mare

Siedi in un vagone.Vai.Da qualche parte.Vai.Scivoli un poco sul sedile di plastica marrone.Scopri un angolo,gratti la gommapiuma con un dito.Appoggi i piedi sulla borsa di cordura,poi li togli per non sporcarla.Dondolando,il treno ti porta.Sussulta,geme.Malanni di vecchiaia.Ma a te fa quasi piacere,ti guardi le braccia bianche e sorridi.Appoggi la testa al finestrino e ti lasci cullare dal panorama e sogni.Ogni tanto aguzzi … Continua a leggere

L’ultima volta

La penultima volta che la vidi fu davanti un noto locale . Era ubriaca fradicia,stava nella sua  utilitaria nuova di zecca.C'era un uomo con lei,di cui non ricordo il volto.L'ultima volta che la incontrai fu davanti al portone di casa mia.Fradicia di pioggia.La tirai dentro,le offrii da bere.Le parlai,le diedi da fumare.Ando' alla finestra ,sporse il bel viso,stanco.L'abito da sera … Continua a leggere

Il Sapore dei suoni

Un'armonica suona come la notte.Profonda come un intimo pensiero.Ha un'anima segreta e antica.Aromatica di legno,sassi e vento.Pioggia .Capace di attraversare il fumo di una sigaretta e due dita di bourbon.Ha un suono antico,carpisce storie dall'aria.Da vecchi sdentati,dall'acqua di un fiume.La ascolti e la assapori ad occhi chiusi.Puoi sognarci,puoi dedicarle un pensiero grato.Perche' vivi.